Partners

Normablok Più Taglio Termico Muratura portante Poroton scelta sicura Muratura armata Poroton
Menu
consorzio POROTON® Italia
Via Franchetti, 4 - 37138 VERONA - Telefono 045.572697 - Fax 045.572430 - www.poroton.it - info@poroton.it
News Edilizia
News - Attualità
28 febbraio 2008
Download

Norme Tecniche per le Costruzioni

Chiarimenti in merito alla loro applicazione.
Lorenzo Bari
In data 04/02/2008 (Supplemento Ordinario della G.U. n. 29 del 04.02.2008) è stato pubblicato il D.M. 14/01/2008 del Ministero delle Infrastrutture recante "Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni".
La situazione in merito all'applicabilità delle previgenti normative ed al periodo "transitorio" che accompagnerà le nuove norme è estremamente confusa ed ha creato notevoli difficoltà ai tecnici in questi primi mesi del 2008. Vediamo di chiarire la situazione in base agli ultimi provvedimenti.


In data 04/02/2008 (Supplemento Ordinario della G.U. n. 29 del 04.02.2008) è stato pubblicato il D.M. 14/01/2008 del Ministero delle Infrastrutture recante "Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni". Esso entrerà in vigore, come precisato nel decreto stesso, 30 giorni dopo la pubblicazione in G.U., quindi dal 5 marzo 2008.
Proroghe
La scadenza al 31/12/2007 della proroga circa l'applicazione delle precedenti NTC pubblicate nel settembre 2005 (D.M. 14/09/2005) e la mancata esplicita definizione di un ulteriore periodo di proroga nel D.L. 248 del 31/12/2007 (il cosiddetto "decreto milleproroghe") ha creato dall'inizio del 2008 (e fino al 5 marzo p.v., da quando invece pare che sarà chiaro il nuovo scenario normativo) un periodo di vero e proprio "caos normativo" in quanto vi è stata una sovrapposizione di decreti nuovi e pregressi (per quanto riguarda le costruzioni in muratura portante, i "vecchi" D.M. 20/11/1987 e D.M. 16/01/1996) senza che nessuno sia stato in grado di chiarire ufficialmente quali fossero le norme tecniche da utilizzare.
La scontata conversione in legge entro la fine di febbraio 2008 del D.L. 248 del 31/12/2007 (cosiddetto "milleproroghe") con il recepimento degli emendamenti presentati dalle Regioni, permetterà di chiarire (speriamo a titolo definitivo) la situazione.
In particolare l'art. 20 del D.L. citato dovrebbe essere convertito in legge con il seguente testo:

"Art. 20. - (Regime transitorio per l'operatività della revisione delle norme tecniche per le costruzioni).
  1. Il termine di cui al comma 2-bis dell'articolo 5 del decreto-legge 28 maggio 2004, n. 136, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 luglio 2004, n. 186, e successive modificazioni, già prorogato al 31 dicembre 2007, ai sensi dell'articolo 3, comma 4-bis, del decreto-legge 28 dicembre 2006, n. 300, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2007, n. 17, è differito al 30 giugno 2009.
  2. A seguito dell'entrata in vigore della revisione generale delle Norme tecniche per le costruzioni approvate con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 14 settembre 2005, durante il periodo di cui all'articolo 5, comma 2-bis, del citato decreto-legge n. 136 del 2004, come, da ultimo, modificato dal comma 1 del presente articolo, in alternativa all'applicazione della suddetta revisione generale è possibile l'applicazione del citato decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 14 settembre 2005 oppure dei decreti del Ministro dei lavori pubblici 20 novembre 1987, 3 dicembre 1987, 11 marzo 1988, 4 maggio 1990, 9 gennaio 1996 e 16 gennaio 1996.
... omissis ..."


La "traduzione" di quanto riportato nell'articolo che definisce i nuovi termini di proroga è la seguente:
  • l'obbligo di applicazione delle nuove NTC decorrerà dal 1 luglio 2009;
  • fino al 30 giugno 2009 è ammessa l'applicazione delle normative previgenti, di cui vengono riportati espressamente gli estremi.
Per le costruzioni in muratura portante saranno dunque applicabili fino al 30 giugno 2009 sia le nuove norme tecniche di cui al D.M. 14/01/2008, sia le norme tecniche preesistenti (per le murature D.M. 20/11/1987 e D.M. 16/01/1996, ed eventualmente, ma non pare a questo punto opportuno, anche le norme di cui al D.M. 14/09/2005 che di fatto non sono mai state utilizzate e che vengono esplicitamente "sostituite" dal D.M. 14/01/2008).

La proroga non è consentita limitatamente alle verifiche tecniche e nuove progettazioni degli interventi relativi agli edifici di interesse strategico ed alle opere infrastrutturali la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile, nonché relativi agli edifici ed alle opere infrastrutturali che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un loro eventuale collasso (come previsto dall'Ordinanza P.C.M. n. 3274).
Commissione di monitoraggio
Nella conversione in legge del D.L. "mille proroghe", sempre all'art. 20, dovrebbe essere prevista l'istituzione, tramite apposito decreto ministeriale, di una commissione consultiva, con rappresentanti delle regioni e degli enti locali, nonché delle associazioni imprenditoriali e degli ordini professionali interessati, per il monitoraggio delle revisioni generali delle Norme tecniche anche al fine di individuare gli adeguamenti normativi che si renda necessario introdurre entro la data di scadenza del periodo transitorio (30/06/2009).
Le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni
Le nuove NTC racchiudono in un unico testo tutte le norme tecniche inerenti le problematiche strutturali in generale, dalle azioni sulle costruzioni (carichi, azioni di vento, neve, azioni sismiche) ai criteri di calcolo e verifica di strutture in calcestruzzo, acciaio, acciaio-calcestruzzo, legno, muratura, dai ponti alla geotecnica ed alle fondazioni, dalle caratteristiche dei materiali strutturali ai loro requisiti di accettazione, in assenza o in presenza di azioni sismiche, per un totale di 428 pagine oltre ad allegati.

Dalle notizie ad oggi disponibili pare che non prima del mese di aprile 2008 potrà essere approvata anche la Circolare applicativa delle NTC (si parla di un documento molto corposo, di diverse centinaia di pagine) da parte dell'assemblea generale del Consiglio Superiore dei LL.PP. che, presumibilmente entro il mese successivo potrà dunque essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale.
La Circolare dovrebbe colmare alcune mancanze e lacune attualmente presenti nel nuovo testo delle NTC (quali, per esempio, in tema di elementi in laterizio, tutti i riferimenti normativi per i solai in laterocemento).

Per quanto riguarda le strutture in muratura portante, le parti delle nuove NTC che contengono i riferimenti normativi specifici sono sostanzialmente le seguenti:
  • Capitolo 4 - Costruzioni civili ed industriali - Punto 4.5 "Costruzioni in muratura": esso contiene tutti i riferimenti in merito alle caratteristiche dei materiali da impiegare ed alle verifiche da eseguire per la realizzazione di murature portanti in zone non soggette ad obbligo di progettazione sismica
  • Capitolo 7 - Progettazione per azioni sismiche - Punto 7.8 "Costruzioni di muratura": esso contiene i requisiti aggiuntivi da considerare, sia per i materiali che per le verifiche strutturali, per la realizzazione di murature portanti in zone soggette ad obbligo di progettazione sismica
  • Capitolo 11 - Materiali e prodotti per uso strutturale - Punto 11.10 "Muratura portante": esso contiene tutte le specifiche per i controlli di accettazione e la determinazione delle caratteristiche meccaniche degli elementi per muratura portante
Si informa che il testo completo delle nuove NTC di cui al D.M. 14/01/2008 è scaricabile, previa registrazione gratuita, dal sito internet del Consorzio POROTON® Italia, nell'area "Download".

Accedi all'area Download per scaricare le nuove NTC (D.M. 14/01/2008) (formato pdf)
Consorzio POROTON® Italia - © Copyright 2016 - Credits - Pubblicità - Informativa Privacy