Partners

Normablok Più Taglio Termico Muratura portante Poroton scelta sicura Muratura armata Poroton
Menu
consorzio POROTON® Italia
Via Franchetti, 4 - 37138 VERONA - Telefono 045.572697 - Fax 045.572430 - www.poroton.it - info@poroton.it
Muratura in laterizio


Muratura armata


Muratura rettificata
Skip Navigation Linkshome / sistemi costruttivi / strutture miste

Strutture miste

Stampa

Il D.M. 14.1.2008 prevede la possibilità di utilizzare strutture miste con pareti in muratura armata e muratura ordinaria.

Nella pratica le strutture miste sono sempre state realizzate e, quindi, verificate (nel campo delle costruzioni a basso numero di piani, è raro trovare una struttura per così dire "pura" - solo in c.a. o solo in muratura).

Il tutto è stato condensato in poche parole nel D.M. 14.1.2008 che sono tuttavia sufficientemente chiare.

Le strutture miste sono descritte nel seguente modo: "Nell'ambito delle costruzioni in muratura è consentito utilizzare strutture di diversa tecnologia per sopportare i carichi verticali, purché la resistenza all'azione sismica sia integralmente affidata agli elementi di identica tecnologia. ...".

In sostanza questo significa quanto segue:

  • nel caso si affidi integralmente la resistenza alle azioni orizzontali alle pareti in muratura, esse dovranno rispettare le pertinenti prescrizioni;
  • nel caso in cui si affidi integralmente la resistenza alle azioni orizzontali alle strutture di altra tecnologia (per esempio pareti in c.a.), si dovranno considerare le regole di progettazione ad esse inerenti.

Le strutture miste in pratica...

Dal punto di vista pratico, se la struttura resistente al sisma è quella in muratura, le strutture di diversa tecnologia (pilastri in c.a. o acciaio) hanno il compito di portare i carichi verticali e non devono quindi partecipare all'assorbimento di quote significative dell'azione sismica; ne consegue che la rigidezza delle strutture di diversa tecnologia deve essere di entità trascurabile rispetto alla rigidezza della parte in muratura.

Con riferimento all'ambito di applicazione pratica più diffuso, la norma consente la realizzazione di edifici con struttura in muratura portante (armata od ordinaria) con la presenza di alcuni elementi (pilastri) soggetti a carichi esclusivamente verticali.

Il D.M. 14.1.2008 estende tuttavia la possibilità di impiego di strutture miste rispetto alla precedente normativa.

Esso prevede infatti che si possa anche considerare la collaborazione delle pareti in muratura e dei sistemi di diversa tecnologia nella resistenza al sisma purchè essa venga verificata utilizzando i metodi di analisi non lineare.

Esso contempla infine la possibilità di realizzare costruzioni costituite da struttura muraria nella parte inferiore e sormontate da un piano con struttura di altra tecnologia purchè siano verificate alcune specifiche condizioni indicate nella normativa stessa.

La muratura armata in zona 4

La muratura armata è nata come sistema costruttivo particolarmente indicato per costruzioni in zona sismica.

L'intero territorio nazionale (e quindi anche la parte classificata come "zona 4") è potenzialmente soggetto ad azioni sismiche di bassa intensità che, pur non pericolose per l'incolumità statica dell'edificio, tendono comunque ad aumentare il livello di rischio di fessurazioni.

Tuttavia, come detto in precedenza, l'inserimento di modeste quantità di armatura consente di conferire al "materiale muratura" caratteristiche di resistenza a trazione e duttilità con vantaggi anche per strutture non soggette a sollecitazioni simiche rilevanti.

muratura armata in zona non sismica

Ciò consente inoltre di conferire alla muratura quella resistenza a trazione necessaria per contrastare stati di tensione o di coazione che, in condizioni particolari (non corretta realizzazione o posa in opera), possono dare origine a fenomeni di fessurazione nella muratura ordinaria che possono intaccare l'estetica dell'edificio.

Si ricordano in particolare gli stati di tensione dovuti, per esempio, a ritiro delle parti in calcestruzzo che insistono su parti in muratura, variazioni di temperatura, concentrazioni di sforzi dovuti a carichi concentrati, assestamenti differenziali del terreno.

Il D.M. 14.1.2008 prevede la possibilità di impiego della muratura armata anche per costruzioni in zona 4.

Le caratteristiche dei materiali e l'armatura minima prevista dal D.M. 14.1.2008 per una struttura in muratura armata in zona 4 sono sostanzialmente le medesime precedentemente descritte.

L'unica differenza risiede nel fatto che se l'armatura orizzontale inserita nei letti di malta ha lo scopo di fornire un aumento della resistenza ai carichi fuori piano, per contribuire al controllo delle fessurazioni o per fornire duttilità, l'area minima della suddetta armatura potrà essere pari allo 0,03% dell'area lorda della sezione trasversale della parete.

Consorzio POROTON® Italia - © Copyright 2016 - Credits - Pubblicità - Informativa Privacy